La tecnica

Gli ultrasuoni (US) sono comunemente impiegati a scopo diagnostico negli esami ecografici sfruttando la loro capacità di attraversare i nostri tessuti senza tuttavia causare alcun danno. Nelle comuni ecografie, dalla sonda che viene appoggiata alla regione di studio vengono contemporaneamente prodotti ultrasuoni diretti verso la regione di studio e registrati ultrasuoni riflessi così da poter ricostruire indirettamente un’immagine dei nostri organi e tessuti.

Quando gli ultrasuoni sono concentrati in un punto si parla di ultrasuoni focalizzati (High Intensity - Focused Ultrasounds, HI-FU); con questa tecnica, grazie ad apparecchiature dedicate, è possibile sfruttare l’energia meccanica degli ultrasuoni per riscaldare il tessuto bersaglio fino a distruggerlo (termoablazione) senza tuttavia arrecare alcun danno agli organi attraversati dal fascio di ultrasuoni o agli organi vicini al punto in cui gli ultrasuoni vengono focalizzati.
La Risonanza Magnetica (RM) è una delle migliori apparecchiature oggi disponibili per ottenere immagini di elevatissima qualità dei nostri organi senza dover essere esposti al rischio di radiazioni ionizzanti come avviene con altri esami radiologici quali la Tomografia Computerizzata (TC) o tecniche di medicina nucleare quali la Tomografia ad Emissione di Positroni (PET).

La chirurgia mediante ultrasuoni focalizzati ad alta intensità su guida RM o MRgFUS (dall’inglese Magnetic Resonance guided Focused Ultrasound Surgery) sfrutta gli HI-FU per indurre una termoablazione nel bersaglio prefissato e la RM per un’ottimale pianificazione del trattamento oltre che per il monitoraggio in tempo reale della temperatura nella sede in cui gli ultrasuoni vengono focalizzati.
ll risultato è una innovativa terapia chirurgia non invasiva, sicura ed efficace.
Grazie a questa tecnica è oggi possibile trattare efficacemente disordini neurologici, tumori e metastasi senza l’utilizzo di alcun bisturi.

LA-TECNICA_img