Tremore Essenziale

Il tremore essenziale (ET) rientra tra i disordini del movimento più comuni ed è caratterizzato da tremore involontario
intenzionale che interessa generalmente le mani, la testa e la voce.

Il tremore è il disturbo principale avvertito dai pazienti (anche se si può associare a un lieve disturbo dell'andatura) e si
manifesta nella fase di mantenimento della postura e durante l’esecuzione di un movimento; di rado può verificarsi anche
durante il riposo. L’esecuzione di movimenti che richiedono particolare precisione o coordinamento spesso esalta il
disturbo. Sebbene si tratti di una malattia neurologica cronica non colpisce né la funzione cognitiva né il sistema
sensoriale e non modifica le aspettative di vita.
La diagnosi si basa esclusivamente sull'esame clinico.

Quando la terapia medica non porta significativo beneficio e la qualità di vita dei pazienti è notevolmente inficiata dal
tremore è possibile ridurre o eliminare del tutto il tremore agendo sul circuito neuronale responsabile di tale sintomo. In
passato era possibile intervenire esclusivamente tramite un vero intervento chirurgico (stimolazione cerebrale profonda,
DBS) o tramite radiochirurgia (Gamma Knife).

TREMORE-ESSENZIALE_img

Nel primo caso il paziente è esposto ai rischi tipici di un intervento
chirurgico quali infezioni ed emorragie legati alla procedura di posizionamento degli elettrodi. Nel secondo caso si fa uso
di elevate dosi di radiazioni ionizzanti che inducono la morte dei neuroni bersaglio con risultati clinicamente apprezzabili
solo a distanza di diversi mesi.

Oggi grazie agli ultrasuoni focalizzati è possibile eseguire questo trattamento senza ricorre ad un vero e proprio intervento
chirurgico, senza esporsi a radiazioni o a rischio di emorragie o infezioni, con risultati solitamente immediati e duraturi.